Se io fossi un uccello, volerei volerei nel cielo azzurro italiano per vedere tutti i panorami, tutti i monumenti, tutti i capolavori e la natura meravigliosa dell’Italia. Mi sdraierei nelle nuvole, giocherei con il vento e canterei canzoni napoletane nell’atmosfera limpida e sommersa di profumo. Mi nasconderei sotto i tetti delle cattedrali per ascoltare i suoni pacifici dei campanili, mi poserei sugli alberi per mostrare ai miei compagni le impressioni sulle cose stupende che ho visto.

Se io fossi una gondola, andrei sui canali veneziani sommergendomi nell’aria di melodie e d’amore.

Se io fossi una vespa, vivrei ad Udine dove i fiori sbocciano in tutte le stagioni. Costruirei gli alveari di cui sono orgogliosa come gli artisti sono orgogliosi delle loro opere d’arte. Mi poserei sulle spalle dei turisti per ascoltare le loro belle parole dopo aver visto i capolavori artistici per sapere le loro impressioni e per condividere la loro felicità.

Se io fossi una formica, striscierei sui monumenti per toccare i frutti del lavoro con tratti estremamente sottili.

Ma sono una persona, non posso diventare un animale o una cosa come desiderei. Tuttavia, che cosa nell’universo vale di più di essere una persona? Niente. Essendo una persona, si possono realizzare i propri sogni con passione e con capacità. Si dice “volere è potere”, vorrei andare in Italia e potrò realizzare questo sogno in futuro.

Per fare dei viaggi in Italia, sceglierò il momento più adeguato: in un breve periodo di tempo potrò visitare tanti siti in Italia e partecipare anche alle feste caratteristiche.

Dopo i viaggi in Italia, avrò più conoscenze del Bel Paese: conoscerò di più la sua cultura, gli usi e costumi, l’arte, l’architettura, la musica…

Settembre 2003